Le visite

Per me ogni persona è unica e pertanto: non è corretto applicare un unico metodo, che vada bene per chiunque, tutti hanno bisogno di un percorso personalizzato.
METODOLOGIA

Quale approccio adotto con i pazienti?

Per me ogni persona è unica e pertanto: non è corretto applicare un unico metodo, che vada bene per chiunque, tutti hanno bisogno di un percorso personalizzato.

Il mio lavoro quotidiano di Biologa Nutrizionista è riuscire a realizzare insieme il giusto percorso che interpreta ogni singolo stile di vita e grazie a una dieta personalizzata raggiungere insieme un unico obiettivo: ottenere risultati efficaci e duraturi nel tempo.
Credo molto nel lavoro multidisciplinare e nella mia attività collaboro intensamente con psicologi, psicoterapeuti, medici di famiglia, ginecologi, fisioterapisti e personal trainer.

LE VISITE

Dobbiamo distinguere 2 tipi di visite: prima visita e controlli

Prima visita (1 ora)

La mia consulenza nutrizionale inizia con un primo incontro conoscitivo nel corso del quale acquisisco i dati anagrafici, effettuo una dettagliata anamnesi alimentare per individuare lo stile di vita e un’attenta valutazione antropometrica (peso, altezza, circonferenze). Esamino i risultati degli eventuali esami del sangue e delle urine, annoto eventuali terapie farmacologiche in corso. Nel corso dell’intervista analizzo le esigenze e le problematiche e insieme stabiliamo i primi obiettivi: ritengo infatti importante, al termine della prima visita fissare insieme gli obiettivi ed essere chiari sul metodo di azione che si intende adoperare: dieta pesata, dieta non pesata, diario alimentare, dieta giornaliera, dieta a schemi, regole generali di educazione alimentare.

Dopo un’elaborazione dei dati raccolti, fornisco entro 3-4 giorni un piano personalizzato basato sul proprio fabbisogno nutrizionale e rispondente il più possibile alle abitudini alimentari, allo stile di vita e eventuali patologie o particolari stati fisiologici.

Nel caso in cui dopo la prima visita abbiamo deciso di lavorare con il diario alimentare in tal caso la seconda visita avviene ad una settimana di distanza dalla prima visita e successivamente ogni 15 giorni.


Controlli (20/30 minuti)

Il controllo è importante per capire a che punto del percorso si trova il paziente, non solo per valutare i risultati ottenuti ma per capire come vive il nuovo regime alimentare, se accetta tutti i consigli, se c’è stato un miglioramento della stato generale di salute e di benessere. Il primo controllo di solito è dopo 15 giorni, per valutare l’andamento della dieta ed apportare eventuali modifiche. Gli altri controlli saranno decisi caso per caso insieme al paziente e alle sue necessità ma mediamente dopo 3 settimane.




Educazione Alimentare

Effettuo inoltre incontri di educazione alimentare con i bambini e le loro famiglie. In questo caso la mia consulenza alimentare prevede un primo incontro conoscitivo del tutto analogo a quello che avviene con gli adulti. La durata della prima visita è di circa un’ora.

Il costo della prima visita è di 85 euro.

Alla prima visita seguono incontri di educazione alimentare, diversificati dipendentemente dall’età e dalle inclinazioni del bambino.

La durata degli incontri è di circa un’ora ed ha un costo di 75 euro


I COSTI

Tutte le prestazioni sono scaricabili come spesa sanitaria
TIPOLOGIA DI VISITA NOTE DURATA  COSTO 
I VISITA Prima visita in cui  viene effettata anamnesi, non viene rilasciata una dieta scritta ma solo consigli o il diario alimentare 1 ora 60 €

 + CAP 4%

I VISITA + DIETA INVIATA  PER E-MAIL Dopo la prima visita la dieta viene inviata in un secondo momento per e-mail  1 ora 85 €

+ CAP 4%

I VISITA + DIETA CONSEGNATA DI PERSONA  La prima visita dura circa un’ora e la dieta viene consegnata la settimana successiva in un successivo incontro in studio 1 ora + 15 ‘ per consegna successiva 100 €

+ CAP 4%

VISITA DI CONTROLLO Controllo con frequenza ogni 2/3 settimane a secondo del percorso scelto ½ ora circa 40 €

+ CAP 4%

VISITA DI CONTROLLO A DOMICILIO Controllo con frequenza ogni 2/3 settimane ½ ora circa 50/60 €

+ CAP 4%

MODIFICHE AL PIANO DIETETICO Le successive modifiche costano quanto un controllo e vengono inviate via email 40 €

+ CAP 4%

INCONTRI DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Vengono svolti con i genitori e i figli. Gli incontri avvengono ogni 2/3 settimane 1 ora 85/75 €

+ CAP 4%

DIETA DI MANTENIMENTO 40/50 €

+ CAP 4%

F.A.Q.

Le domande che mi pongono più frequentemente:

A chi si rivolge la consulenza nutrizionale?

  • A chi vuole perdere qualche chilo di troppo
  • A chi vuole correggere le proprie abitudini alimentari
  • A persone in sovrappeso/obese (adulti, adolescenti e bambini)
  • A chi vuole una dieta vegetariana o vegana equilibrata
  • Agli sportivi che vogliono un piano alimentare rispondente ai propri piani di allenamento
  • A donne in gravidanza e allattamento
  • A donne in menopausa per individuare un percorso nutrizionale idoneo
  • Ai bambini, fornendo programmi di educazione alimentare.

A coloro che hanno problemi accertati dal medico di :

  • Celiachia, allergie e intolleranze alimentari
  • Pressione alta
  • Colesterolo e trigliceridi alti
  • Diabete (tipo 1, tipo 2, gestazionale)
  • Malattie e disordini del tratto gastrointestinale (disbiosi intestinali, reflusso gastroesofageo, acidità di stomaco, stipsi, gastrite, sindrome dell’intestino irritabile, malattie infiammatorie croniche intestinali, meteorismo, diverticolite e diverticolosi)
  • Insulinoresistenza
  • Ovaio policistico

Come è fatto il piano nutrizionale?

Il piano nutrizionale è sempre personalizzato, cercando, quando possibile di seguire gusti personali,  preferenze e  abitudini alimentari, esigenze anche in base agli orari di lavoro e lo stato psicologico del paziente: può essere una dieta pesata o non pesata, a schema o giornaliera. Può essere modificata in seguito ai controlli.



Che cosa è il diario alimentare e a cosa serve?

Il diario alimentare, è uno documento dove annotare quotidianamente ogni singolo alimento o bevanda assunti durante la giornata, ai pasti e fuori dal pasto indicando preferibilmente l’orario di assunzione, il tipo di alimento, la quantità, la modalità di cottura, la presenza di condimenti e odori, il luogo in cui il pasto è stato consumato, l’attività fisica il contesto ed eventuali commenti sullo stato emotivo o malesseri legati al cibo ingerito. Per essere significativo deve essere compilato, in modo sincero e dettagliato per almeno 5 giorni, weekend compreso. Il diario alimentare serve soprattutto in quei casi in cui dall’intervista non emergono del tutto le abitudini e le dinamiche alimentari e si possono così evidenziare eventuali comportamenti nell’alimentazione che sfuggono…. e prendere coscienza di quella che è davvero il proprio modo di mangiare. Può anche essere utile per ricordare che cosa si è mangiato nell’arco della settimana.

Posso modificare il piano nutrizionale?

Certo che si. Al primo incontro valuteremo insieme se ci sono modifiche e/o aggiustamenti  da fare e le modifiche sono gratuite. Se successivamente vorrai cambiare piano nutrizionale passando per esempio da una dieta giornaliera a una dieta a schemi, le modifiche sono a pagamento.

E poi??

Lo spauracchio di chi decide di perdere peso: riacquistare peso in poco tempo, dopo averlo faticosamente perso. Quando avrete raggiunto gli obietti del percorso nutrizionale, imposteremo un piano di mantenimento ma comunque sarete in grado di scegliere i giusti alimenti, nelle giuste proporzioni, senza per questo essere obbligati a privarvi dei piccoli piaceri del palato. Chiaramente non dimenticando le regole di corretta alimentazione che vi hanno portato a raggiungere il risultato e pesandovi regolarmente per controllare che il mantenimento del peso raggiunto.